Warning: session_start(): open(C:\PHPVersions\PHP74\sessiondata\sess_qjl047dq795dsgm65367k35g4t9g88g6, O_RDWR) failed: Invalid argument (22) in D:\inetpub\webs\idricoit\wp-content\plugins\pe-recent-posts\pe-recent-posts.php on line 21

Warning: session_start(): Failed to read session data: files (path: C:\PHPVersions\PHP74\sessiondata) in D:\inetpub\webs\idricoit\wp-content\plugins\pe-recent-posts\pe-recent-posts.php on line 21
Idrico Archivi - Entrate e Tributi Locali

Idrico

Consorzi bonifica – Piano delle opere – Presunzione di esistenza del beneficio – Superamento mediante prova contraria da parte del contribuente

In tema di contributi di bonifica, ove i fondi siano compresi nel perimetro consortile, in difetto di specifica contestazione del piano di classifica e ripartizione da parte del contribuente, grava sullo stesso l’onere di superare, mediante prova contraria, la presunzione del beneficio diretto e specifico

IDRICO – Consorzi bonifica – Prescrizione quinquennale

Va dunque confermato il principio di diritto secondo il quale «I contributi consortili di bonifica sono tributi locali che si strutturano come prestazioni periodiche, con connotati di autonomia, nell’ambito di una “causa debendi” di tipo continuativo, in quanto l’utente è tenuto al pagamento di essi in relazione al prolungarsi, sul piano temporale.

IDRICO – Riscossione coattiva – Ingiunzione – Giurisdizione ordinaria – Consiglio di Stato – Sentenza 2250 del 16/3/2021

…la sentenza per cui è causa ha correttamente affermato la sussistenza della giurisdizione del giudice ordinario sulla base della natura sostanziale del rapporto controverso (pagamento della somme dovute a titolo di tariffa al gestore del servizio idrico integrato), che, avendo nella specie ad oggetto il pagamento di somme dovute a titolo di tariffe nell’ambito del rapporto di utenza, appartengono pacificamente alla giurisdizione del giudice ordinario…

IDRICO – Al giudice ordinario la controversia sulla fornitura – TAR NA – Sentenza 3496 del 3/8/2020

Ogni decisione in ordine alla sussistenza o meno di un obbligo, in capo al Comune, di stipulare il contratto di utenza (segnatamente,di acquisto all’ingrosso della risorsa idrica in veste di distributore), alla responsabilità precontrattuale del Comune stesso, alla asserita violazione degli obblighi di buona fede, di protezione e di informazione ai sensi degli articoli
1175 e 1375 del codice civile pertiene, dunque, all’Autorità giurisdizionale ordinaria.