COSAP – Cassazione – Sentenza 25345 del 11/11/2020 – Passo a raso – Rileva lo stato dei luoghi

Il contribuente richiede ed ottiene una concessione per un’occupazione da realizzarsi con un passo carraio che, nell’atto amministrativo, viene definito “a raso” e pertanto esente da canone. L’Ente impositore, tuttavia, in fase di verifica, accerta la difformità dell’occupazione realizzata qualificandola come abusiva. Ne nasce un contenzioso che, secondo la Suprema Corte, va definito tenendo in rilievo l’effettivo stato dei luoghi interessati dall’occupazione di suolo pubblico.

 

“Tale accertamento di fatto appare necessario per valutare i presupposti dell’imposizione, tenuto conto anche che la definizione contenuta nel titolo concessorio è in contrasto con quanto prospettato nel corso del giudizio dall’ente impositore.”

Rispondi